SILVIA GIORDANO

PHOTO-2021-09-20-21-53-43.jpg

Silvia Giordano è coreografa e autrice. Originaria di Udine, si forma come danzatrice all’Accademia Internazionale Coreutica e al Balletto di Toscana di Firenze, perfezionandosi poi a Venezia (Biennale College), Londra (The place) e Parigi (CND e Ménagerie de Verre).

Si specializza con un Master in Choreography alla Codarts University of the Arts di Rotterdam e alla Fontys School of Fine and Performing Arts di Tilburg. Nel 2015 partecipa come danzatrice alla Biennale College di Venezia sotto la direzione di Virgilio Sieni dove lavora a “Dirty Hands and beauty” con Cesc Gelabert; successivamente approfondisce le Forsythe Creation Techniques con Amy Raymond, Gaga Technique con Ohad Naharin, le tecniche compositive di Merce Cunningham con Ashley Chen e le pratiche somatiche.

Nel 2020 ha vinto il bando internazionale per giovani coreografi alla Biennale Danza di Venezia sotto la direzione di Marie Chouinard, ed è tra i finalisti del concorso Opera 4.0 al Macerata Opera Festival.
N el 2020 cura la drammaturgia per “Signature Snippets” di Johnas Frey per EinTanzHaus Mannheim e nel 2021 presenta la sua nuova creazione “Fresh Oranges into the ocean” al Comma Festival di Tilburg, lavoro selezionato per il Premio Theodor Rawyler. Le sue creazioni sono andate in scena al Festival del Maggio Musicale Fiorentino, al Teatro dell'Opera di Guangzhou, al Teatro La Fenice di Venezia, al Teatro Real a Madrid, al Teatro de la Maestranza di Siviglia e al Florence DanceFestival.

Ha un Phd in Management and Development of Cultural Heritage ed è stata visiting fellow alla N CPA di Pechino e alla Sorbonne University in Parigi; recentemente ha presentato la sua ricerca “The emerging sense, practicing intuition in the choreographic practice” al Codarts Research Festival di Rotterdam. Tiene workshop professionali come docente ospite in Italia e all’estero mentre continua a presentare i suoi lavori in teatri e festival internazionali.